Arduino

Aurora CDD controllo con microinverter.

Aurora CDD è il nuovo sistema di monitoraggio completo e indipendente che permetterà di controllare fino 30 Micro-Inverter.

Si tratta di nuovo sistema di monitoraggio e comunicazione che permette il controllo delle prestazioni a livello di ogni singolo pannello, sia da locale che da remoto. Con il datalogger AURORA CDD (Concentrator Data Device) viene effettuato il processo di acquisizione dei dati da ogni singolo microinverter connesso ad ogni singolo pannello foovoltaico. CDD riesce a controllare contemporaneamente fino a 30 MICRO inverter ed i dati raccolti, vengono poi trasmessi automaticamente, tramite un router locale connesso ad internet, al portale AURORA VISION di Power-One. Da qualunque parte del mondo, si potrà facilmente controllare le prestazioni attuali e passate del nostro impianto, semplicemente accedendo alla propria pagina personale sul portale Aurora Vision.

 

Il tuo impianto no-line !

AURORA CDD è un incredibile dispositivo che consente  di monitorare il tuo impianto fotovoltaico modulo per modulo, consentendo il controllo direttamente da Internet o in locale. Aurora CDD riesce a monitorare costantemente la produzione di ogni singolo modulo interfacciandosi via wireles con i microinverter, nuovi dispositivi che effettuano la conversione direttamente per ogni singolo modulo (max 300W), per un massimo di 30 microinverter.

 

CDD si connette al tuo microinverter e legge i dati di produzione; collegandoti poi col tuo computer via cavo di rete ethernet o tramite router wireless puoi accedere localmente agli stessi dati. Un webserver ti fornisce una pagina con tutti i dati utili. Mediante poi Aurora Vision Web Portal puoi consultare gli stessi dati online da qualunque parte del mondo, in viaggio come in vacanza.

Aurora CDD ha un prezzo indicativo di 220€.

LINK

Aurora CDD sito del produttore.

 

 

 

 

Controllare la produzione di un impianto fotovoltaico

Gli inverter Aurora sono dotati di un software interno che memorizza tutti i dati di produzione. Con il dispositivo Aurora PVI è possibile avere un piccolo monitor touchscreen da cui consultare tutti i dati di produzione dell'impianto, stando comodamente seduti in salotto.

 

 

Quanto scaldano i processori?

Affinché un processore sia sufficientemente parco nei consumi e non necessiti di ventole rumorose, è bene avere un TDP non superiore ai 65W.

il Thermal Design Power (TDP) è l'indicazione del calore prodotto dal microprocessore e che il sistema di raffreddamento sarà incaricato di smaltire. L'unità di misura del TDP è il watt, che è anche l'unità di misura della potenza.

Ecco una tabella con alcuni esempi di TDP tra i processori in commercio nel 2013.